Violetta era una bimba che si trasformava in sirena ogni due per tre anche se non voleva.
Quando meno se lo aspettava le crescevano le squame su tutta la pelle. La cosa le creava dei problemi perché non riusciva mai a stare con gli altr. In realtà, tutto questo era causato dal suo acerrimo nemico: il mostro d’acqua. Violetta, infatti, un giorno aveva distrutto per sbaglio la casa del mostro. Mentre faceva il bagno nel fiume era inciampata tra le alghe, dove viveva il mostro. E da allora lui la perseguitava. Sapeva trasformarsi in bambino e le impediva, toccandola,  di avere una vita normale. Violetta diventava subito sirena e i suoi amici si spaventavano. Il suo maggiore desiderio era quello di liberarsi dal mostro, o almeno di fargli capire che non aveva fatto apposta a distruggergli la casa. Il piano per liberarsi di lui era questo: trovare il cristallo che lo avrebbe disidratato. Il raggio del sole, passandogli attraverso a mezzogiorno in punto, lo avrebbe reso vapore, nuvola, nebbia. Il mostro sarebbe diventato cielo, nient’altro.

Continua anche tu la storia come hanno fatto al laboratorio i bambini della classe 3B della scuola Confalonieri presso via Crespi a Milano!