Ecco l’incipit della storia scritta dai bambini della 5D parla del mondo delle fantasie e del mondo delle paure. E di un ragazzo in bilico sul muro che li divide, che a un tratto cade giù. 

Era una calda giornata estiva, gli esami di terza media si avvicinavano e Marco aprì il libro di storia per ripassare.
All’improvviso le parole scomparvero e la pagina gli apparve tutta bianca.
Che cosa stava succedendo? Prima che potesse trovare una spiegazione, Marco si sentì trasportare da un vortice d’aria che lo risucchiò nel libro.
Così si trovò in equilibrio sull’orlo di una pagina: da una parte c’era un mondo fantastico, dall’altra tutte le sue paure.
Perse l’equilibrio e scivolò dalla parte dove stavano le sue paure…

Di seguito, alcuni dei finali proposti dai bambini. Buona lettura!

Irene, 10 anni

Era arrivato nel mondo della paure. Vide tanti alberi secchi, vide un fantasma. Marco si spaventò. In una capanna mise un piede avanti e cadde nel mondo della fantasia: prati verdi. Aveva una gran sete, guardò intorno e vide una fontana e disse: “Lì c’è una fontana”. L’acqua era molto dolce, c’era una donna, disse: “E a te non ti ho mai visto! Da dove sei venuto? Non lo so, perché stavo osservando un libro come sono entrato nel libro”: “Domani ti dico come devi tornare e dov’eri prima”.

Il giorno dopo.

“Devi andare dritto, troverai un buco, devi entrare nel buco e sarai dov’eri prima. E quando cominci a leggere, le parole non scompariranno più”.

 

Teo, 10 anni

Marco entrò nella parte delle sue paure. Marco all’improvviso vide tutto nero… aprì gli occhi, vide dei mostri, cercò di scappare in tutti i modi. Marco si scontrò con un mostro, lui dice a Marco: “Calmati Marco, non ti spaventare, ti aiuterò a uscire da questo posto. Prima di tutto devi affrontare 3 prove di coraggio:

– La prima è di correre nella foresta dei mostri giganti;

– La seconda è di correre nel vuoto totale;

– La terza è di buttarti nel buco nero.

E ritorna da me!”.

Il mostro fece il teletrasporto a Marco… Marco corse velocissimo nella foresta. Per fortuna i giganti non l’avevano schiacciato! Marco trovò il passaggio nel vuoto totale… Entrò, corse fino al buco nero. Lui si buttò nel buco nero ma all’inizio aveva paura. Trovò un teletrasporto mentale… tornò subito dal mostro aiutante. Il mostro aiutante si trasformò in un portone… Dice a Marco: “Entra, andrai nel mondo fantastico”. Marco entrò, vide tutto nero, aprì gli occhi e si sentì molto felice. Marco rimase dentro al libro, felice e contento.

 

Daniel, 10 anni

E a quel punto vede tutto buio, dalla paura grida “Aiuto! Aiuto! Aiuto! Chi è che ha spento la luce?”.

E all’improvviso spuntò una tarantola gigante insieme a 5 lupi mannari e 5 anaconda e lo rincorsero. All’improvviso vede una porta ed entra e vede farfalle, caramelle, fate. Poi gli avevano detto di leggere spesso e così riuscì a vedere le parole.

 

Continua anche tu la storia come hanno fatto al laboratorio i bambini della 5D della scuola primaria Bottego di Milano.

Un grazie di cuore a Sara Vivan, illustratrice per bambini.