C’era una volta una bellissima tigre.
Questa tigre si chiamava Jinka ed era diversa da tutte le altre perché amava tantissimo giocare a calcio: era la calciatrice più brava di tutte le tigri del mondo. Da tanti anni, ormai, abitava in un campo da tennis, pieno di palline gialle sparse dappertutto; Jinka le usava per esercitarsi a calcio, ma purtroppo doveva giocare sempre da sola. Nel campo da tennis non viveva nessun altro e lei non aveva amici. Era molto triste e così, un bel giorno, decise di partire per cercare qualcuno con cui giocare. Lasciò, allora, la sua casa e tutte le sue palline e si diresse verso la foresta: “Lì sicuramente troverò tantissimi amici!”, pensò. Viaggiò a lungo e finalmente, una mattina, arrivò nella foresta. Cercò dappertutto, sotto ogni roccia, dietro ad ogni cespuglio, salì persino sugli alberi per guardare tra i rami e le foglie. Ma non vide nessuno. La povera tigre non riusciva a trovare neanche un amico.

Continua anche tu la storia come hanno fatto al laboratorio i bambini della 1C della scuola Quinto di Vona!